Bruno, 54 anni - Cardiomiopatia Ipertrofica Ostruttiva

Ho 54 anni e l’aver conosciuto il Professor Glauber mi ha letteralmente cambiato la vita. Per svariati anni la terapia, prescritta dagli specialisti con cui ero in cura, sembrava tenesse sotto controllo il problema. Nel mese di novembre 2021, dopo l’ultima visita cardiologica, i peggioramenti emersi mi facevano prendere in considerazione l’intervento di miectomia chirurgica, unico modo per risolvere l’ostruzione, intervento che peraltro i medici mi avevano già più volte consigliato di valutare. Qualche tempo prima, durante le svariate ricerche da me effettuate on line, orientate più che altro alle recenti tecniche interventistiche e alle eventuali cure più recenti che potessero farmi evitare l’intervento chirurgico, sono incappato nella pagina internet del Professor Glauber. Quello che subito mi ha colpito è stata la possibilità di effettuare un intervento mininvasivo, che fino a quel momento nessuno mi aveva prospettato, ma soprattutto mi hanno colpito le testimonianze presenti. Le ho lette tutte, anche più volte nel tempo, sono state molto utili, almeno per me, per darmi il coraggio di prendere in considerazione un possibile intervento al cuore, fino a quel momento escluso, sia per la sua invasività mediante l’apertura completa del torace, sia per le tempistiche della successiva riabilitazione. La prima volta che ho conosciuto il Professor Glauber è stato telefonicamente il giorno in cui mi ha chiamato, di domenica, pochi giorni dopo la mia richiesta di consulto. Fin da subito ho trovato una persona molto disponibile che mi ha subito trasmesso tranquillità. Lo incontravo per la prima volta poco prima del Natale 2021, mi ha fatto sentire subito a mio agio e mi ha trasmesso subito la sensazione ci tenesse veramente a me, pur avendomi appena conosciuto. Mi ha spiegato con molta pazienza ogni particolare riguardante la mia patologia e che era possibile risolvere il mio problema, per sempre, con un intervento mininvasivo, molto probabilmente senza l’istallazione di dispositivi salvavita. Quell’incontro mi infondeva una sensazione di fiducia e positività. Da quel momento non ero più così scettico all’idea di dover effettuare un intervento, anzi l’avrei voluto fare il prima possibile. Veniva poi programmato per la primavera del 2022. L’intervento effettuato il 16 maggio 2022 è andato benissimo e, dopo una sola notte in terapia intensiva, vengo trasferito nel reparto ordinario. Dopo 2 giorni ero già in piedi sulle mie gambe e il 23 maggio sono stato dimesso. Tutto è andato bene e soprattutto è andato come prospettato dal Professor Glauber. Dopo neanche un’altra settimana ho ripreso a fare la vita di prima, naturalmente senza esagerazioni. Nel giro di pochissimo tempo ho notato il cambiamento che l’intervento aveva prodotto, potendo condurre, finalmente, una vita normale senza avere quei sintomi che prima erano quasi all’ordine del giorno. Non è facile descrivere le emozioni che provo ancora adesso e il senso di gratitudine e riconoscenza nel ripensare a quello che il Professore ha fatto per me, non potevo affidarmi a mani migliori. I grazie non saranno mai sufficienti. Ringrazio il Professor Glauber e tutta la sua equipe. Ringrazio anche tutto il personale infermieristico e di supporto del reparto della Clinica Sant'Ambrogio di Milano.

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Dalla Puglia mi sono rivolta al Dottor Glauber per intervento di sostituzione di bioprotesi mitralica e aortica (questa previo allargamento della radice sec. Nicks) con protesi meccaniche. Sin dal pr