Marco Pontiroli, 56 anni

Riparazione mitralica in minitoracotomia per insufficienza severa


Inizio con una doverosa premessa: sono un 56enne molto sportivo e quindi in buona forma (ciclista amatoriale agonista e sci alpinista) a cui venne diagnosticato un netto peggioramento del prolasso mitralico che mi aveva accompagnato per gli ultimi 10 anni. Una cara amica cardiologa mi suggerì di prendere in considerazione l'intervento di "riparazione/plastica" il prima possibile, cosi da sfruttare la relativa "giovane" età e l'ottimo stato di salute generale.


Dopo aver interpellato un paio di cardiochirurghi "classici", comprendo la necessità dell'intervento, ma in un contesto completamente asintomatico, resto perplesso e pieno di paure per la complessità della cosa e per l'impatto che avrebbe sul mio fisico.

Finalmente, grazie ad un amico, incontro il Dott. Glauber che mi ha immediatamente fornito le risposte ai dubbi che avevo e soprattutto mi ha informato sulla tecnica "mini invasiva" da lui utilizzata per una patologia come la mia.

Dato il suo approccio che sposa una grandissima professionalità con una empatia fuori dal comune, ho immediatamente deciso che era la persona giusta nelle cui mani mettere il mio cuore.

Il Dott. Glauber mi ha operato a fine Ottobre e, come da lui previsto, tutto è andato bene: plastica mitralica eseguita con successo ... il giorno dopo già camminavo in corsia.

Il recupero, ad un mese di distanza, è veramente oltre ogni aspettativa e per S. Ambrogio ho avuto l'OK per fare la prima sciata dell'anno!

Per sempre grato, non posso che raccomandare il Dott. Glauber a chiunque si trovi nella infelice situazione di dover...

0 visualizzazioni0 commenti