Michele Re, 59 anni

Plastica mitralica per insufficienza severa in minitoracotomia destra


La sera che vidi il dottor Glauber per la prima volta, la ricordo benissimo: avevo già visto altri cardiochirurghi, che mi erano stati suggeriti per le ottime referenze, ma ancora non avevo deciso da chi farmi operare. Il dottor Glauber mi era stato descritto da più persone come un luminare degli interventi al cuore mini-invasivi. Scegliere la persona che avrebbe dovuto operare la mia insufficienza mitralica non era semplice. Nel giro di pochi giorni ti ritrovi a dover valutare diversi aspetti, sconosciuti fino a poco prima: sapevo che era fondamentale scegliere un cardiochirurgo con molta esperienza, uno bravo veramente, uno che avrebbe fatto di tutto per fare una riparazione della valvola mitralica (anziché la sostituzione); inoltre avrei sicuramente preferito, non per motivi estetici ma per il mio decorso post-operatorio, uno specialista in chirurgia mini-invasiva rispetto alla chirurgia tradizionale, nonostante il mio petto escavato che sapevo poter essere un problema ai fini della mini-invasiva.


Alla visita rimasi subito impressionato dall’estrema professionalità dell’approccio del dottor Glauber, dalla grande sicurezza di sé che portava via dubbi e incertezze, di cui ero pieno, dall’estrema chiarezza delle sue risposte. Fui stupito del fatto di sentirgli citare parole come “amore”, cose che hanno molto a che fare con il cuore, che non è solo un muscolo, e hanno a che fare anche con lo stato d’animo di chi si appresta ad affrontare un momento così difficile come un intervento chirurgico al cuore.

Uscii da quella visita sapendo che erano inutili appuntamenti con altri cardiochirurghi, che avevo già fissato e che poi infatti disdissi. Mi aveva convinto, era lui la persona che cercavo, i motivi non erano solo razionali ma io sapevo che era così, semplicemente. L’angoscia della scelta era finita, ora potevo concentrarmi sull’intervento.

Nonostante il mio petto escavato, il dottor Glauber mi ha effettuato, come aveva promesso, un intervento di riparazione della valvola mitrale, ed in mini-invasiva. L’intervento è riuscito alla perfezione (il mio ecografista, al primo controllo post-intervento mi disse che da alcuni punti di vista la valvola non sembrava neanche una valvola operata), senza nessuna complicazione né durante l’intervento né dopo, il post-operatorio è stato brevissimo, non ho avuto mai dolori a parte la prima mezz’ora dopo il risveglio, insomma tutto è andato nel migliore dei modi. Tutto grazie all’abilità e alla professionalità del dottor Glauber.

Caro Mattia, ti sarò sempre grato per tutto quello che hai fatto per me!

5 visualizzazioni0 commenti