Monica Imburgia, 30 anni

Plastica mitralica in minitoracotomia per insufficienza mitralica severa sintomatica in Sindrome di Marfan


Buonasera a tutti, mi chiamo Monica, ho 30 anni, scrivo adesso qui a distanza di tre mesi dal mio intervento di plastica mitralica in minitoracotomia destra con Dottor Glauber. E' iniziato tutto da Marzo di quest'anno quando solo per avere un certificato medico per fare attività sportiva, mi è stato diagnosticata una insufficienza valvolare mitrale severa. Da quel momento, a detta dei cardiologi con cui avevo parlato subito dopo, sarebbe stato del tutto improbabile valutare un approccio mini invasivo nel mio caso per la mia conformazione anatomica toracica, data la presenza di petto escavato, che comportava uno spazio ristretto tra petto e spina e quindi impossibilità di intervento mini invasivo.


Dopo tutto questo, sono andata a Milano per fare la mia prima visita con Dottor Glauber che sin da subito ha mostrato curiosità per il mio caso infondendomi ottimismo, dicendomi che dopo TAC ed una ecografia trans esofagea avrebbe valutato la possibilità di un approccio mini invasivo o addirittura micro invasivo. Dopo aver fatto questi esami in estate, ad Agosto ricevo una chiamata dal Dottor Glauber, il quale mi informa che dopo aver consultato più Dottori e più pareri possibili, l'intervento di plastica mitralica in minitoracotomia destra sarà la soluzione migliore e sarà possibile farla elettivamente per i primi di Settembre ed io ovviamente acconsento subito; mia mamma che è sempre stata con me dall' inizio alla fine di questa vicenda era con me quando ho ricevuto questa telefonata e non posso spiegare la gioia che abbiamo condiviso. Il 12 Settembre mi sono operata all'ospedale Sant'Ambrogio a Milano da Dottor Glauber, l'intervento è riuscito alla perfezione. Non posso dimenticare il mio risveglio in terapia intensiva, quando ho sentito il mio cuore battere regolarmente e ho capito che era andato tutto bene, quando ho riconosciuto il Dottor Glauber dicendogli quello che potevo, solo grazie, per avermi salvato la vita, dato un cuore nuovo e una vita nuova. Posso dire che questa esperienza mi ha dato molta forza e mi ha aiutata anche ad uscire allo scoperto in riferimento al mio problema anatomico, ad accettarmi di più e a non abbandonare la speranza di farcela, sarò sempre grata per tutto quello che ha fatto per me Dottor Glauber non solo come eccellente cardiochirurgo ma anche dal punto di vista umano, non avrei potuto affrontare tutto questo senza la forza e la serenità che mi ha sempre trasmesso, infinite grazie per tutto al Dottor Glauber e alla sua equipe, Dottor Ferrarini, Dottor Miceli e Dottor Lorenzo, Un caro saluto Monica.

39 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Dalla Puglia mi sono rivolta al Dottor Glauber per intervento di sostituzione di bioprotesi mitralica e aortica (questa previo allargamento della radice sec. Nicks) con protesi meccaniche. Sin dal pr

Ho 54 anni e l’aver conosciuto il Professor Glauber mi ha letteralmente cambiato la vita. Per svariati anni la terapia, prescritta dagli specialisti con cui ero in cura, sembrava tenesse sotto control